Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

haccp - schede di autocontrollo

Archivio Sicurezza Alimentare/HACCP.
Archivio dedicato alla sicurezza e igiene alimentare (Riservato agli abbonati)
Rispondi
Avatar utente
effenne
Messaggi: 817
Iscritto il: 18 gen 2005 13:56

haccp - schede di autocontrollo

Messaggio da effenne »

Ciao a tutti!
Vi pongo 2 domande:
1) Una industria alimentare che fa solo stoccaggio di alimenti confezionati deve ugualmente fare la sanificazione della cella freezer, visto che questa non viene mai spenta (-50°C)? La mia risposta è si
2) Quanto devono essere conservate le schede di autocontrollo (controllo delle temperature, azioni di sanificazione e deratizzazione, ecc)? La mia risposta è 1 anno, cioè sino all'aggiornamento annuale del manuale HACCP.
Siete d'accordo? Eventualm. graditi riferimenti normativi
Ciao e grazie come sempre
Non c'è mai abbastanza tempo per fare tutto il niente che vorrei (Voltaire)
Avatar utente
Nofer
Messaggi: 7381
Iscritto il: 06 ott 2004 21:09

Messaggio da Nofer »

buona la prima: ci sono microrganismi anche patogeni che possono comunque escogitare tecniche di sopravvivenza latente(spore, per i batteri, ma già i virus non sono sempre sensibili al freddo, non avendo acqua) e "riprendersi" allo scongelamento; un esempio: listeria spp, clostridi sporigeni e così via
buona anche la seconda: non mi risulta normato, ma è buona tecnica; io anzi direi per un anno dalla data di registrazione, quindi nella pratica anche due anni solari.
Nofer
Nofer
_______________________________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
P.luigi

Messaggio da P.luigi »

Per quanto attiene la durata di conservazione delle registrazioni derivanti dall’attività di autocontrollo suggerisco di tener presente quanto segue:

1) se il sistema HACCP è validato da enti di certificazione  la registrazione va conservata almeno per tre anni (pari al ciclo triennale di verifiche)

2) qualora il sistema non sia soggetto a verifiche da parte terza, occorre tener conto di altri fattori quali la durata di conservazione (per esempio durata di conservazione: 24 mesi, le registrazioni dovranno essere conservate per pari durata )

3) Per le celle freezer forse è previsto (ma non sono sicuro) per legge  una durata minima di conservazione delle registrazioni prodotte per il controllo delle temperature

In conclusione consiglio l’archiviazione delle registrazioni per tre anni.  
Saluti

P.luigi
Rispondi

Torna a “Archivio Sicurezza Alimentare”