Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

INCOMPATIBILITA' NOMINE/DELEGHE

Questo Forum, aperto in occasione dell'uscita del Nuovo Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro, ospitera' qualsiasi tipo di discussione che non sia relativa a cantieri e ad argomenti di carattere prettamente tecnico (che dovranno essere riportate negli altri due forum).

Benvenuti nella nostra nuova community e buone discussioni a tutti!
Avatar utente
Stefano.72
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 giu 2014 10:13

INCOMPATIBILITA' NOMINE/DELEGHE

Messaggio da Stefano.72 »

Buongiorno a tutti,

approfitto di questo forum per chiedere pareri riguardanti l'incompatibilità o meno di nomine e deleghe.
Nello specifico vi riassumo la situazione aziendale attuale dove evidentemente c'è il D.L., l'RSPP è un consulente esterno ed io che sono A.S.P.P.
La domanda è questa:

l'A.S.P.P. può essere anche il Delegato alla Sicurezza formalizzata con "Atto di Delega di Funzioni in materia di Sicurezza sul lavoro"?
Esiste una qualsiasi incompatibilità di ruolo, di mansione, di possibilità da parte del D.L. di delegare una stessa persona a questi due ruoli?

Grazie in anticipo per eventuali risposte o considerazioni.

Un saluto.
Avatar utente
givi
Messaggi: 1896
Iscritto il: 18 giu 2008 23:47

Messaggio da givi »

A parte una certa "ineleganza" non vedo particolari incompatibilità.
Suggerimento: strappate l'incarico da ASPP e prima di fare la delega.
givi
"... se sbaglio mi corriggerete!"
Avatar utente
siriochan
Messaggi: 8
Iscritto il: 24 giu 2009 22:03

Messaggio da siriochan »

Dal punto di vista normativo non ci sono esplicite incompatibilità, però dal punto di vista logico sarebbe una struttura traballante: l'RSPP, nominato dal DdL (a cui risponde), coordina il Servizio di Prevenzione e Protezione del quale fa parte, quale coadiuvante, l'ASPP, che a sua volta esercita alcuni dei poteri (delega esplicita, circostanziata, etc etc) del DdL stesso?

Non esplicitamente vietato, ma paradossale dal punto di vista logico, a mio avviso  :smt017
Avatar utente
ursamaior
Messaggi: 4840
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Messaggio da ursamaior »

Se la delega è "completa", ovvero comprende tutti gli obblighi esclusi quelli indelegabili, il RSPP non risponde più al DdL (il quale deve sempre essere informato su quello che succede nella sua azienda, ma deve guardarsi bene dall'effettuare qualsivoglia ingerenza)... L'obbligo indelegabile del DdL consiste  unicamente nel nominare il RSPP, non nel dormirci assieme.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
gibbo39
Messaggi: 1254
Iscritto il: 29 apr 2008 17:37

Messaggio da gibbo39 »

Ciao a tutti,
mi piacerebbe cortesemente capire da Givi dove risiede l'ineleganza e da Siriochan dove è paradossale.

Saluti

Gibbosky

P.S.

Cortesemente evitiamo il discorso del controllore e controllato... (concezione assurda che regna incontrollata in ogni dove).
Avatar utente
gibbo39
Messaggi: 1254
Iscritto il: 29 apr 2008 17:37

Messaggio da gibbo39 »

ursamaior ha scritto:Se la delega è "completa", ovvero comprende tutti gli obblighi esclusi quelli indelegabili, il RSPP non risponde più al DdL (il quale deve sempre essere informato su quello che succede nella sua azienda, ma deve guardarsi bene dall'effettuare qualsivoglia ingerenza)... L'obbligo indelegabile del DdL consiste  unicamente nel nominare il RSPP, non nel dormirci assieme.
Chiarissimo, sebbene debba tuttavia continuare ad assolvere i "compiti" attribuitogli dal TU.

Immagino che Siriochan lo trova paradossale in quanto, visto che si parla di una delega al ASPP e non al RSPP, quest'ultimo si troverebbe simultaneamente a coordinare l'ASPP e tuttavia a rispondere allo stesso per quanto concerne gli obblighi delegabili.

Ma le legge lo consente e nessuno a mio avviso può contestare una cosa simile.

Saluti

Gibbosky
Avatar utente
givi
Messaggi: 1896
Iscritto il: 18 giu 2008 23:47

Messaggio da givi »

gibbo39 ha scritto: Immagino che Siriochan lo trova paradossale in quanto, visto che si parla di una delega al ASPP e non al RSPP, quest'ultimo si troverebbe simultaneamente a coordinare l'ASPP e tuttavia a rispondere allo stesso per quanto concerne gli obblighi delegabili.
Gibbosky
Siriochan lo chiama paradossale, io l'ho definito inelegante ma la questione è quella là.
givi
"... se sbaglio mi corriggerete!"
Avatar utente
gibbo39
Messaggi: 1254
Iscritto il: 29 apr 2008 17:37

Messaggio da gibbo39 »

Ciao Givi,
la legge lo consente e se ci ragioni essendo figure che sebbene coincidenti svolgono ruoli ben distinti e compatibili non vedo il problema.
E non credo che come problema possa essere visto in nessuna sede, fermo restando ovviamente per il DdL la nefasta possibilità di avere eletto colposamente una risorsa non in possesso di requisiti tali per essere suo delegato e di non vigilare colposamente sulla persona delegata.

Ciao

Gibbosky
Avatar utente
siriochan
Messaggi: 8
Iscritto il: 24 giu 2009 22:03

Messaggio da siriochan »

x Gibbosky

Esatto, mi sembra una struttura gerarchica che si morderebbe la coda, non tanto per i ruoli (che sono distinti per quanto riguarda i compiti attribuiti), quanto per la coincidenza dei due ruoli in un'unica persona
Come giustamente puntualizzato, non è vietato, così come non è vietato che venga eletto quale RLS il figlio del titolare regolarmente assunto come lavoratore  (cito un caso che mi si è presentato, e sul quale non ho messo becco, ovviamente)
Avatar utente
gibbo39
Messaggi: 1254
Iscritto il: 29 apr 2008 17:37

Messaggio da gibbo39 »

Ciao,
si tutto corretto...ovviamente anche RLS figlio del DDL, ma lavoratore (finto o vero che sia).

ciao

Gibbosky
Rispondi

Torna a “Ambito generale”