Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

Autorespiratore per autosalvataggio e formazione

Questo Forum raccoglie tutte le discussioni relative all'igiene del lavoro, medicina del lavoro, microclima negli ambienti di lavoro, DPI, MMC, rischi chimici, biologici, cancerogeni, HACCP, ambiente, rifiuti, radiazioni, ecc...
Rispondi
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 349
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

Autorespiratore per autosalvataggio e formazione

Messaggio da Bouc »

Ciao a tutti, purtroppo si ricomincia...  :smt015

I lavoratori di un'azienda che seguo dovranno accedere ad un cantiere per prelevare alcuni campioni. Per accedere al cantiere è richiesto il possesso da parte degli addetti di un "autorespiratore per autosalvataggio". Trattasi di una maschera da utilizzare in caso di emergenza con annesso serbatoio (forse reattore che genera l'ossigeno al momento..) che si lega alla cintura.
Riporto la descrizione del costruttore:
L’autorespiratore  per  autosalvataggio  a  rigenerazione  di  ossigeno XXXXX  è  un  dispositivo di protezione delle vie respiratorie di limitate dimensioni, leggero e robusto, protetto da un contenitore in acciaio inox, che può essere usato in tutti gli ambienti di lavoro in cui l’aria   ambiente   è  carente   di   ossigeno   o   contiene   contaminanti   tossici.   L’apparecchio è realizzato  per  essere  trasportato  in  cintura,  indossato  in  pochi  secondi,  ed  è  in  grado  di fornire ossigeno all’utilizzatore durante la fuga o in attesa di soccorsi.  EN 13794 classe 20S

Direi che siamo di fronte a DPI di 3° categoria, quindi è necessaria formazione specifica.

Ora, avete qualche suggerimento su come impostare questa formazione? Ci sono indicazioni normative che mi sfuggono?

Anni fa avevo in dotazione per lavorare in raffineria una maschera "scappa scappa" ma nessuno si era mai preoccupato di formarmi su alcunchè, ma vabè... ritenete che un tecnico/RSPP e docente con esperienza (generale su sicurezza, rischio chimico, antincendio e su DPI come maschere a filtro ecc), leggendosi bene le istruzioni del costruttore possa essere indicato per fare il docente in questo corso?

Altrimenti, a che tipo di figura mi dovrei rivolgere?

Grazie

:smt039
Avatar utente
Casi
Messaggi: 58
Iscritto il: 10 mar 2014 20:26

Messaggio da Casi »

Credo tu stia dimenticando un dettaglio fondamentale. Formazione E ADDESTRAMENTO!!!
 :smt039
Avatar utente
Casi
Messaggi: 58
Iscritto il: 10 mar 2014 20:26

Messaggio da Casi »

Io mi sono azzardata a fare addestramento ai miei perché da VVFV so usare un autorespiratore e l'ho fatto tante tante volte e con le fiamme tutto intorno.
Ho visto aziende anche rivolgersi anche a scuole di sub...
Onestamente il solo leggere il libretto d'uso e raccontarne il contenuto mi pare un po poco... credo che il fornitore ti saprà certamente indicare una persona appropriata.
Se "addestrarsi" significa acquisire una capacità pratica (dalla quale potrebbe dipendere la pellaccia dei lavoratori) credo che il docente dovrebbe sapere almeno una paginetta in più rispetto ai discenti e averci "giocato" almeno qualche volta con il giocattolo nuovo.
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 349
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

Messaggio da Bouc »

Ok, io pensavo di chiedere ai VVF, ma solitamente hanno costi un po' alti per un gruppo di 4 lavoratori.
Tenendo conto che il cantiere durerà solo qualche mese, il cliente digerirà molto male la cosa.

Un autorespiratore classico l'ho usato, ho fatto corsi e mi creerebbe meno problemi. Quello che mi blocca è che questo aggeggio è completamente diverso, non ha una bombola, non ha un manometro, non va indossato, è una semplice mascera semifacciale con uno zainetto... continuo a guardarmi in giro.
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 349
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

Messaggio da Bouc »

Ok, io pensavo di chiedere ai VVF, ma solitamente hanno costi un po' alti per un gruppo di 4 lavoratori.
Tenendo conto che il cantiere durerà solo qualche mese, il cliente digerirà molto male la cosa.

Un autorespiratore classico l'ho usato, ho fatto corsi e mi creerebbe meno problemi. Quello che mi blocca è che questo aggeggio è completamente diverso, non ha una bombola, non ha un manometro, non va indossato, è una semplice mascera semifacciale con uno zainetto... continuo a guardarmi in giro.
Avatar utente
Bohr
Messaggi: 2890
Iscritto il: 25 giu 2007 08:48
Località: VI - BG

Messaggio da Bohr »

Bouc che autonomia devi avere? Raggiungere il "punto di ritrovo" immagino. 15 min sono più che sufficienti allora.

Trovi in commercio dispositivi semplicissimi i cui contenuti relativi alla formazione sono riportati direttamente sul manuale. Per capirci è un dispositivo che possono usare i bambini senza specifica formazione.

Lo so che è contrario ma altrimenti non te ne esci più.

CERCA: Uniscape EEBD 15 minutes with Air

:smt023
Per far crollare un palazzo di 15 piani servono 4 secondi e 30 anni di esperienza
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 349
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

Messaggio da Bouc »

Grazie Bohr, proprio a quel tipo di dispositivo mi riferivo. Serve giusto ad arrivare in luogo sicuro.
Quindi sei d'accordo che una formazione/addestramento dei lavoratori sul contenuto del manuale possa bastare?
Avatar utente
Bohr
Messaggi: 2890
Iscritto il: 25 giu 2007 08:48
Località: VI - BG

Messaggio da Bohr »

Si certamente.
Per far crollare un palazzo di 15 piani servono 4 secondi e 30 anni di esperienza
Rispondi

Torna a “Igiene industriale, MdL, MMC, rischi chimici/bio/canc, ambiente, ...”