Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.

Certificazione di conformità

Titoli II, III, V, Direttive, Spazi confinati, ecc...
Rispondi
Avatar utente
Silversurfer
Messaggi: 2
Iscritto il: 02 feb 2024 11:28
Località: La spezia

Buongiorno a tutti, espongo il problema
Nell'officina di cui sono responsabile è presente una segatrice a nastro prodotta nel 1992 e marcata CE per libera volontà del costruttore vista l'obbligatorietà prevista a partire da 1996.
Purtroppo non siamo in possesso della relativa certificazione di conformità ma del solo manuale, lo stesso costruttore interpellato non è più in possesso dell'originale. Quindi chiedo se sufficiente una valutazione del rischio redatta anche da organismo abilitato per l'uso della macchina.
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3136
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

Sono fuori dal mio campo di applicazione, ma puoi passare da un specialista "semplice" con Allegato V del D.Lgs 81/2008.
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Avatar utente
ursamaior
Messaggi: 4894
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Condivido l'opinione di weareblind e, a scanso di equivoci (perchè sarebbero davvero equivoci), se possibile eliminerei anche l'etichetta con la marcatura CE.
Oltretutto, per esperienza, molta della roba costruita in quell'epoca e marcata CE non rispettava i RES, palesemente. Per cui, una bella analisi di conformità è un atto dovuto.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3136
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

Esatto. Togliere targhette varie, analizzare con uno specialista con Allegato V, farsi fare una bella perizia scritta dopo gli adeguamenti.
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Rispondi

Torna a “Luoghi di lavoro, Macchine, Impianti”