Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

Modifica con aggravio in attività 37.1.B.

Applicazione codice, valutazioni e pratiche VVFF, Titolo XI, ecc...
Rispondi
Avatar utente
birdofprey
Messaggi: 569
Iscritto il: 27 apr 2011 11:18

Modifica con aggravio in attività 37.1.B.

Messaggio da birdofprey »

Come da oggetto.

Di fatto si vuole erigere un nuovo capannone in continuità con quello esistente. Quindi nuovo progetto (per tutto perché cambia tutto... giusto per dirne una... le uscite di sicurezza del capannone esistente non permetterebbero più di raggiungere l'esterno ma un altro capannone...) e parere di conformità.

Per la redazione del progetto, essendo attività non normata ma esistente, bisogna passare per forza dal Codice o esistono alternative ?
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 2779
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

Re: Modifica con aggravio in attività 37.1.B.

Messaggio da weareblind »

Art. 2 - Campo di applicazione e modalità applicative
3. Per gli interventi di modifica ovvero di ampliamento alle attività di cui al comma 1, esistenti alla data di entrata in vigore del presente decreto, le norme tecniche di cui all'art. 1, comma 1, si applicano a condizione che le misure di sicurezza antincendio esistenti, nella parte dell'attività non interessata dall'intervento, siano compatibili con gli interventi da realizzare.

Ne deriva che, se parliamo di un comparto aggiunto che vive di vita propria (pur in adiacenza), si applica il Codice. Se invece si altera anche l'esistente, potete usare anche i vecchi metodi, ovvero la scaletta proposta dal D.M. 7/8/2012.
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Avatar utente
birdofprey
Messaggi: 569
Iscritto il: 27 apr 2011 11:18

Re: Modifica con aggravio in attività 37.1.B.

Messaggio da birdofprey »

weareblind ha scritto: 08 mag 2022 08:55Ne deriva che, se parliamo di un comparto aggiunto che vive di vita propria (pur in adiacenza), si applica il Codice. Se invece si altera anche l'esistente, potete usare anche i vecchi metodi, ovvero la scaletta proposta dal D.M. 7/8/2012.
Di fatto è un ampliamento di un capannone già esistente destinato ad una attività già esistente (esiste un vecchio CPI, peraltro in vigore in quanto regolarmente rinnovato).

Quindi c'è da ripresentare un progetto che riveda tutto (perché l'adiacenza influisce anche sull'esistente) e sottoporlo a parere preventivo... ma senza passare dal Codice...

La paura è se possano iniziare a fare storie in sede di approvazione "suggerendomi" di usare il Codice...
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 2779
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

Re: Modifica con aggravio in attività 37.1.B.

Messaggio da weareblind »

Mah, coi comandi tutto è possibile...
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Rispondi

Torna a “Prevenzione incendi, ATEX, ADR”