Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

Smart working in Sanità

Disposizioni generali, ruoli prevenzionali, documenti, sanzioni, stress LC ecc...
Rispondi
Avatar utente
Gluck67
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 5
Iscritto il: 03 giu 2021 11:16

Smart working in Sanità

Messaggio da Gluck67 »

Si stanno realizzando le modalità per contratti per Operatori ALL Smart Working o conversione di rapporti di lavoro..
Mi chiedo, tutto ciò che riguarda il documento di VDR per detti Lavoratori..?
La relativa "vigilanza" che il Lavoratore segua le indicazioni ? Il Preposto come fa a svolgere il suo mandato?
Per non parlare della sicurezza informatica..i dati sensibili (non solo in Sanità)..
Come la vedete?
Grazie
GianLuca
Avatar utente
Stilo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 810
Iscritto il: 07 ott 2004 12:06
Località: Motor Valley

Re: Smart working in Sanità

Messaggio da Stilo »

Comincia col riguardarti il comma 10 dell'art. 3
S;
Ut sementem feceris, ita metes.
Avatar utente
ursamaior
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4752
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Smart working in Sanità

Messaggio da ursamaior »

Thread inizialmente postato nella sezione «Ergonomia e Videoterminali».

Occhio alla Regola Aurea n. 3: scegliere accuratamente la sezione del forum prima di postare.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
givi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1885
Iscritto il: 18 giu 2008 23:47

Re: Smart working in Sanità

Messaggio da givi »

Un buon punto di partenza Stilo, ma con il Covid di acqua ne è passata tanto sotto i ponti.

Lo smart working "fa sclerare" alcuni aspetti di vigilanza e/o di rischio visto l'ambiente promiscuo di lavoro e, di fatto, l'impossibilità di accedere allo stesso da parte di terzi (es. "sono caduto a casa": come procediamo?); ci faremo la mano.

Presto i contratti copriranno questa fattispecie e nel frattempo direi di applicare le norme "emergenziali"/venute su con l'emergenza.
givi
"... se sbaglio mi corriggerete!"
Avatar utente
ursamaior
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4752
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Smart working in Sanità

Messaggio da ursamaior »

Stilo ha scritto: 11 giu 2021 12:43 Comincia col riguardarti il comma 10 dell'art. 3
Attenzione lo smartworking non è telelavoro...
Quest'ultimo è lavoro subordinato soggetto all'eterodirezione del DdL, su postazione fissa e prestabilita.
Lo smartworking è soggetto alla direzione e controllo del DdL solo nei limiti dell'accordo stipulato col lavoratore, la postazione non è fissa e tante altre robe...
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
Rael
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 141
Iscritto il: 14 ott 2004 16:26
Località: Muggiò (MI)

Re: Smart working in Sanità

Messaggio da Rael »

La legge 81/2017 però sposta parte della responsabilità sul lavoratore perché "Il lavoratore è tenuto a cooperare all'attuazione delle misure di prevenzione predisposte dal datore di lavoro per fronteggiare i rischi connessi all'esecuzione della prestazione all'esterno dei locali aziendali".
Io ho deciso che facendo una valutazione in cui ho pensato anche all'inverosimile (sono al parco, mi si avvicina un cane di grossa taglia e decide che il mio femore è un ottimo stuzzichino... Sono allergico ad alcune sostanze chimiche e sempre al parco stanno dando il disinfestante che è esattamente quella sostanza e mi prendono in pieno) formo le persone su come valutare l'opportunità di scegliere o meno un certo posto per mettersi a lavorare e poi dico loro che quella verifica del posto è il loro obbligo a collaborare. E poi gli commento la circolare INAIL del 2 novembre 2017.
Ci può stare?
La mente è come un paracadute, funziona solo quando è aperta
Avatar utente
ursamaior
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4752
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Smart working in Sanità

Messaggio da ursamaior »

Ci può stare, ma sarebbe ancora meglio definire delle chiare regole di ingaggio riguardanti situazioni rispetto alle quali non ritieni opportuno/possibile lo svolgimento della prestazione e quelle finiscano direttamente nell'informativa controfirmata dai lavoratori.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Rispondi

Torna a “Ambito generale”