Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

Trasporti e art.26

Disposizioni generali, ruoli prevenzionali, documenti, sanzioni, stress LC ecc...
Avatar utente
Giosmile
Messaggi: 1480
Iscritto il: 29 apr 2008 14:17
Località: Napoli

Trasporti e art.26

Messaggio da Giosmile »

Le attività degli autotrasportatori che entrano ed escono dalle aziende, per ritirare materiali e consegnarli presso terzi, rientrano tra le attività dell'art.26 D.Lgs.81/08?

<<Il datore di lavoro, in caso di affidamento di lavori, servizi e forniture all'impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all'interno della propria azienda...>>

Non credo che i contratti dell'autotrasporto rientrino nelle attività di lavori, servizi o forniture, altresì chi opera non è impresa appaltatrice.

Non è l'azienda che vende che fa il contratto, tra l'altro, ma il cliente che acquista ed invia il trasportatore per ritirare.

Non vedrei quindi applicazione dell'art.26, Duvri, ecc., bensì una procedura di gestione e di coordinamento ad ogni ingresso, da inviare preventivamente anche al cliente che organizza il ritiro.

Confrontiamoci.
G.
"detto così è semplice e infatti lo è detto così" B.P.
Avatar utente
Nofer
Messaggi: 7372
Iscritto il: 06 ott 2004 21:09

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Nofer »

oh, bene.
Lo vedi che è come dico io? quando sostengo, auguro, ormai quasi imploro che bisognerebbe legiferare in modo che in tutte le cacchie di professioni per accedervi e/o esercitarle occorrebbe una almeno infarinatura di codice civile ?
Nonchè di penale, e costituzionale in primis.
Nofer
_______________________________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
Avatar utente
Bond
Messaggi: 2685
Iscritto il: 31 ott 2007 14:17
Località: Ferrara

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Bond »

Beh... c'è il 3-bis che parla chiaro

non si applica alle mere forniture di materiali o attrezzature, ai lavori o servizi la cui durata non è superiore a
cinque uomini-giorno, sempre che essi non comportino rischi ... interferenziali.

Quindi è una mera fornitura e in un paio d'ore (1x2=2 u/g < 5 u/g) il corriere se ne va.

Poi si, come direbbero i militari, qualche regola d'ingaggio per il sito serve.

Ciaaa
Bond
Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori. È bene che una volta ogni tanto si brucino le dita.
Indice affidabilità: ° (è un asteroide, non una stella)
Avatar utente
ursamaior
Messaggi: 4765
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da ursamaior »

Pienamente d’accordo.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
Giosmile
Messaggi: 1480
Iscritto il: 29 apr 2008 14:17
Località: Napoli

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Giosmile »

Bond ha scritto: 21 lug 2021 15:30 Beh... c'è il 3-bis che parla chiaro

non si applica alle mere forniture di materiali o attrezzature, ai lavori o servizi la cui durata non è superiore a
cinque uomini-giorno, sempre che essi non comportino rischi ... interferenziali.

Quindi è una mera fornitura e in un paio d'ore (1x2=2 u/g < 5 u/g) il corriere se ne va.

Poi si, come direbbero i militari, qualche regola d'ingaggio per il sito serve.

Ciaaa
Bond
Tecnicamente se il trasportatore viene a ritirare, non è manco fornitura. E comunque quando ti arriva il padroncino, questo è mandato dal tuo cliente non sei tu che lo chiami, non hai proprio alcun tipo di contratto con sto tizio. Naturalmente chi entra dovrà rispettare delle procedure, che farei istruire e consegnare ad ogni accesso. Cmq sicuro no DUVRI.

G.
"detto così è semplice e infatti lo è detto così" B.P.
Avatar utente
Delale
Messaggi: 20
Iscritto il: 15 lug 2014 17:07
Località: Altamura

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Delale »

In questo caso non sei proprio datore di lavoro committente. Resta da valutare se sia applicabile il comma 3-ter "...o in tutti i casi in cui il datore di lavoro non coincide con il committente, ecc..."
Avatar utente
ursamaior
Messaggi: 4765
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da ursamaior »

Delale ha scritto: 21 lug 2021 17:58 In questo caso non sei proprio datore di lavoro committente. Resta da valutare se sia applicabile il comma 3-ter "...o in tutti i casi in cui il datore di lavoro non coincide con il committente, ecc..."
Questa non è per nulla un'osservazione peregrina...
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
Fabrizio21
Messaggi: 24
Iscritto il: 01 giu 2021 09:29

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Fabrizio21 »

concordo su tutto … ma l’inviare preventivamente … e sperare che cio’ in caso di autotrasportatore spiattato .. possa tutelare l’organizzazione “ospitante” .. mi sembra una pia illusione.
Avatar utente
Giosmile
Messaggi: 1480
Iscritto il: 29 apr 2008 14:17
Località: Napoli

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Giosmile »

Fabrizio21 ha scritto: 26 lug 2021 21:39 concordo su tutto … ma l’inviare preventivamente … e sperare che cio’ in caso di autotrasportatore spiattato .. possa tutelare l’organizzazione “ospitante” .. mi sembra una pia illusione.
Se in caso di incidente la causa dipende dall'ospitante, ovvio che il pezzo di carta non serve a nulla, ma se dipende da atteggiamenti di chi entra direi di si.

G.
"detto così è semplice e infatti lo è detto così" B.P.
Avatar utente
Giosmile
Messaggi: 1480
Iscritto il: 29 apr 2008 14:17
Località: Napoli

Re: Trasporti e art.26

Messaggio da Giosmile »

ursamaior ha scritto: 26 lug 2021 07:03
Delale ha scritto: 21 lug 2021 17:58 In questo caso non sei proprio datore di lavoro committente. Resta da valutare se sia applicabile il comma 3-ter "...o in tutti i casi in cui il datore di lavoro non coincide con il committente, ecc..."
Questa non è per nulla un'osservazione peregrina...
La domanda che mi viene di base è: le attività degli autotrasportatori rientrano nelle definizioni di affidamento di lavori, servizi e forniture? Infine, se la risposta fosse si, si creerebbe una impalcatura complicatissima che sfido chiunque a mettere in atto. Per una attività di 2 ore (supponendo che in totale superi 5uugg nell'anno) devi chiedere il DUVRI standard al cliente il quale deve inviartelo prima che l'autista acceda, mentre l'ospitante dovrebbe sempre prima integrarlo. Mi sembra una masturbazione inutile. Trovo più efficiente predisporre delle regole di accesso ai trasportatori condivise sul posto al momento dell'ingresso, specie per quelle attività molto semplici. Credo che il dettato normativo possa essere assolto così. Che ne pensi?
"detto così è semplice e infatti lo è detto così" B.P.
Rispondi

Torna a “Ambito generale”