Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

Società Sportiva Dilettantistica - inquadramento personale

Disposizioni generali, ruoli prevenzionali, documenti, sanzioni, stress LC ecc...
Rispondi
Avatar utente
Freccia
Messaggi: 1
Iscritto il: 01 set 2022 10:39

Società Sportiva Dilettantistica - inquadramento personale

Messaggio da Freccia »

Buongiorno, Società Sportiva Dilettantistica a r. l..
Nella CCIAA sono riportati:
- Presidente Consiglio Amministrazione
- Vice Presidente
- Consigliere
Sono presenti:
- una dipendente (addetta pulizie)
- x istruttori (sala pesi e corsi)
- x addetti funzioni di segreteria
Nei contratti, per istruttori e add.segreteria, trovo: le parti intendono disciplinare l’accordo sulla base di quanto previsto dall’ art. 67, c.1, lettera m), DPR917/86 così come modificato dall’art.37 della Legge 342/2000 e dall’art.90 della Legge 289/2002.

Prendo l’art. 3 c.12-bis del D.Lgs.81/08 e:

Addetta pulizie: ok ci sono….si applica il D.Lgs. 81/08 (DVR, visite, formazione etc etc)

Istruttori: ok ci sono….hanno contratto di prestazione sportiva art. 67, c.1, lettera m), DPR917/86: applico art. 21 del D.Lgs. 81/08 (sulla base dell’art.3 c. 12-bis)

Addetti funzioni di segreteria: e qui mi blocco! Da quanto ho potuto vedere loro hanno lo stesso contratto di cui al punto precedente (art. 67, c.1, lettera m), DPR917/86, con la differenza che per loro è previsto l’UNILAV. Il consulente mi dice testualmente “Sono collaborazione coordinate e continuative atipiche. Non hanno un ccnl, il riferimento è art. 90 legge 289/2002”!

Riprendo l’art.3 c. 12-bis:
Nei confronti dei volontari di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266(N), dei volontari che effettuano servizio civile, dei soggetti che svolgono attività di volontariato in favore delle associazioni di promozione sociale di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383, delle associazioni sportive dilettantistiche di cui alla legge 16 dicembre 1991, n. 398, e all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e delle associazioni religiose, dei volontari accolti nell’ambito dei programmi internazionali di educazione non formale, nonché nei confronti di tutti i soggetti di cui all’articolo 67, comma 1, lettera m), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 21 del presente decreto.

1) Il caso in questione non è una ASD bensì una SSD ma studiando un po' mi è sembrato di capire che posso “equipararle” dal mio punto di vista Sicurezza. E’ corretto?
2) Posso far rientrare gli add. Segreteria con l’applicazione dell’art.21, sulla base dei riferimenti riportati nell art.3c.12-bis? Oppure il fatto che abbiano un UNILAV e siano atipiche come dice il consulente…cambia qualcosa?

Scusate la prolissità del post però questa SSD proviene da una consulenza che pretendeva visite e formazione per TUTTI (istruttori e add. Segreteria) quindi non parliamo di persone che vogliono risparmiare ma che anzi secondo me sono stati “sfruttati economicamente.
Vorrei riuscire a fare il quadro corretto della situazione per fargli fare quanto giusto e obbligatorio.
Grazie mille a chi mi darà il suo parere :smt007
Rispondi

Torna a “Ambito generale”