Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.
News: Il Forum avrà presto una nuova e moderna veste grafica! ;-)

Costi della sicurezza - ponteggi

Titolo IV
Avatar utente
weareblind
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 2676
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da weareblind »

Ma per me nemmeno, appunto. Io faccio lo sconto, mica è vietato, devo comunque fornire le previste prestazioni.
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Avatar utente
luciman
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 26
Iscritto il: 01 giu 2021 18:29
Località: Europe

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da luciman »

I costi per la sicurezza sono stati introdotti per pagare in modo congruo gli apprestamenti di sicurezza ed evitare derive di non sicurezza dovute alla necessità dell'impresa di far quadrare i conti. Il legislatore europeo ha voluto questo per tutelare i lavoratori. Il datore di lavoro deve avere questi soldi per intero se no è "quasi legittimato" a non perseguire la sicurezza con responsabilità di committente e csp. Non sono io che lo dico è la direttiva europea. Ricordo che 494 prima e 81 ora derivano dalla direttiva cantieri.
Avatar utente
Bohr
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2888
Iscritto il: 25 giu 2007 08:48
Località: VI - BG

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da Bohr »

luciman ha scritto: 10 giu 2021 07:50 I costi per la sicurezza sono stati introdotti per pagare in modo congruo gli apprestamenti di sicurezza ed evitare derive di non sicurezza dovute alla necessità dell'impresa di far quadrare i conti. Il legislatore europeo ha voluto questo per tutelare i lavoratori. Il datore di lavoro deve avere questi soldi per intero se no è "quasi legittimato" a non perseguire la sicurezza con responsabilità di committente e csp. Non sono io che lo dico è la direttiva europea. Ricordo che 494 prima e 81 ora derivano dalla direttiva cantieri.
Per citare un caro amico: chissà perchè siamo l'unico Paese dell'Unione Europea che nel recepimento della direttiva quadro 89/391/CEE e della direttiva cantieri 92/57/CEE ci siamo inventati una tale sciocchezza
Per far crollare un palazzo di 15 piani servono 4 secondi e 30 anni di esperienza
Avatar utente
ingmang
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 56
Iscritto il: 18 ott 2004 17:41

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da ingmang »

Esatto Bohr,
siamo gli unici in Europa ad avere i costi della sicurezza non soggetto a ribasso d'asta.
Luciman, tu citi leggi senza mai averle lette. Leggiti la direttiva cantieri e dimmi dove sono citati i costi della sicurezza. Ci tengo a ricordare che il 494/96 diceva che nel PSC dovevano essere indicati i costi della sicurezza, ma questi potevano essere assoggettati a ribasso d'asta. Il divieto di ribasso fu introdotto per i lavori pubblici nel 1998 con la Merloni ter e inserito nella 494 nel 1999 con il 524 e quindi anche per i lavori privati. Gli apprestamenti furono citati la prima volta nel 2003 con il DPR 222.
Avatar utente
ursamaior
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4752
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da ursamaior »

luciman ha scritto: 10 giu 2021 07:50 I costi per la sicurezza sono stati introdotti per pagare in modo congruo gli apprestamenti di sicurezza...
Esattamente.
Non gli "apprestamenti" a prescindere, ma solo quelli necessari a tutelare la sicurezza dei lavoratori.
E chi decide quali sono? Il CSP/CSE se individua taluni apprestamenti come necessari alla protezione dai rischi interferenziali.
E come lo fa? Redigendo il Piano di Sicurezza e Coordinamento nel quale - guarda caso - deve indicare le misure necessarie per eliminare o ridurre al minimo i rischi da interferenza.

È tutto scritto nella norma, eh...
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
luciman
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 26
Iscritto il: 01 giu 2021 18:29
Località: Europe

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da luciman »

Pur ammettendo di essermi sbagliato sui costi per la sicurezza non assoggettati a ribasso previsti già dalla direttiva cantieri, e per questo ringrazio chi me lo ha fatto presente nel forum, devo dissentire sul fatto che soli alcuni ponteggi possono a discrezione del CSP essere inseriti nel PSC e diventare costi della sicurezza. La determinazione n.4 2006 dell'autorità sui lavori pubblici, dice senza ombra di dubbio che tutto ciò che si chiama ponteggio deve essere inserito nei costi della sicurezza.
Avatar utente
ursamaior
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4752
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Re: Costi della sicurezza - ponteggi

Messaggio da ursamaior »

Non proprio.
Quella determinazione nasceva dalla necessità di comprendere se scorporare o meno quota parte del costo dei ponteggi ove essi avessero svolto anche funzioni di ponti di servizio (come sempre accade).
Alcuni, infatti sostenevano che si dovessero computare come costi per la sicurezza solo i ponteggi finalizzati puramente alla sicurezza.

Ma la conditio sine qua non è che esso sia previsto nel PSC, come indicato nell'Allegato XV del D.Lgs. n. 81/2008.
La determinazione spiega che, in questi casi, anche ove esso svolga una duplice funzione, il ponteggio deve essere considerato costo per la sicurezza.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Rispondi

Torna a “Cantieri”