Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.

SOLLEVAMENTO MATERASSI

MMC, posture, Titolo VII, ecc...
Rispondi
Avatar utente
Umaga
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 nov 2012 09:57

Buongiorno a tutti,
mi trovo a dover valutare il rischio MMC per un caso particolare, ovvero il sollevamento di materassi.
A prescindere dal fatto che sicuramente il sollevamento manuale di materassi è un’operazione a rischio dato il peso degli stessi ed il loro volume/ingombro, sto provando ad applicare il metodo NIOSH.

Il dubbio principale riguarda il fattore “distanza orizzontale” da considerare.
Se ho inteso correttamente per “distanza orizzontale” si intende la distanza tra il baricentro dell’oggetto da sollevare ed il corpo del lavoratore (o per essere più precisi il punto medio della linea che unisce le caviglie del lavoratore).
Per esempio nel mio caso ci sono 2 lavoratori che sollevano un materasso matrimoniale del peso di 31 kg. Il materasso è largo 160 cm, per cui il baricentro dello stesso si trova ad 80 cm.
Quindi per i 2 lavoratori che sollevano il materasso, prendendolo ciascuno dal lato lungo, la distanza orizzontale risulterebbe 80 cm (se non sbaglio qualcosa nel mio ragionamento).
Se considero una distanza orizzontale pari ad 80 cm, ricado in una condizione critica per distanza orizzontale > 63 cm.
Ne deriva che sollevare un materasso matrimoniale in 2 è un’operazione critica a rischio che non dovrebbe essere eseguita, pur non essendo il peso così elevato (31 kg suddiviso in 2 persone).

Come vi comportate in questi casi, ovvero oggetti voluminosi sollevati in 2 persone che comportano distanze orizzontali elevate?

Grazie come sempre
Avatar utente
miril
Messaggi: 69
Iscritto il: 09 apr 2008 21:34
Località: Torino

La UNI ISO 11228-1 non dice nulla a riguardo, anche perché, l'inserimento della seconda persona è avvenuta solo con questa edizione. Neanche la UNI EN 1005-2 è di aiuto.
Mi sentirei, quindi, di usare questo approccio:
1. ogni persona solleva metà del materasso;
2. il baricentro della propria metà è circa a 1/4 dal bordo dal quale io l'ho preso.
Probabilmente, si sottostima il rischio, quindi puoi pensare di vedere cosa succede tra 1/4 del materasso e 1/2 del materasso, dicendo appunto che oltre 63 cm non si può andare.
Può essere l'occasione per spingere l'organizzazione a sostituire i materassi matrimoniali con due materassi singoli (come piano di miglioramento pluriennale)
Miril The Imp
"Another job, well done" (cit. Bender)
Avatar utente
Umaga
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 nov 2012 09:57

Ciao Miril,
mi sembra ragionevole quanto da te suggerito.
Si tratta di un'azienda che produce materassi, per cui sollevano materassi di tutte le tipologie, compresi quelli matrimoniali.
In ogni caso dato che la valutazione conferma la presenza di rischio, direi che è ora che l'azienda inizi ad adottare degli interventi per evitare/ridurre la movimentazione manuale dei materassi.

Grazie mille!
Avatar utente
ursamaior
Messaggi: 4910
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Qualunque cosa tu faccia, quella è un'attività a rischio, dato l'ingombro del carico, il fatto che non sia completamente rigido, che non abbia punti di presa e la distanza orizzontale.
Manco a farlo apposta, la norma stessa dice: «La forma di un oggetto influenza il modo in cui può essere tenuto. In generale, se una qualsiasi dimensione dell'oggetto eccede la larghezza delle spalle o non è un oggetto compatto, è probabile che la sua movimenta.zione ponga un maggiore rischio di lesione. Questo è particolarmente vero se questo limite è ecceduto per più di una dimensione. Il rischio è ulteriormente aumentato se l'oggetto non possiede pratiche impugnature»

Come dire, il calcolo che puoi fare è un di più, un'astrazione matematica che - nel caso concreto - magari ti dice pure che l'indice di rischio è appena più alto dell'accettabilità, ma la realtà se ne fotte delle tue astrazioni.
Chiunque abbia mai fatto un trasloco, sollevato e trasportato un materasso matrimoniale, 'sta cosa la sa.
Come dici tu, si proceda all'attuazione di misure tecniche. Il sollevamento manuale di questi carichi può essere solo estemporaneo ed eccezionale.
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
Stilo
Messaggi: 841
Iscritto il: 07 ott 2004 12:06
Località: Motor Valley

Non ho ben compreso quale sia la modalità di sollevamento.
Comunque ti consiglio di guardare bene cosa si intende per distanza orizzontale:
un conto è la distanza tra l'operatore e il baricentro del carico, altra cosa la distanza tra le mani e l'operatore.
Mi pare che sia la seconda
S;
Ut sementem feceris, ita metes.
Avatar utente
Umaga
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 nov 2012 09:57

@ URSA: condivido in pieno le tue osservazioni, infatti nella valutazione del rischio ho evidenziato le problematiche legate all'ingombro del carico e alla mancanza di maniglie per la presa (i materassi sono imballati in un "sacco" di plastica), oltre al problema del baricentro.

@ STILO: i materassi sono posizionati in orizzontale. In pratica per il sollevamento i 2 lavoratori sono posizionati contrapposti, ciascuno su un lato lungo del materasso e lo sollevano prendendolo da quel lato.

La distanza orizzontale dovrebbe corrispondere alla distanza tra il baricentro dell'oggetto da sollevare ed il corpo del lavoratore (o per essere più precisi il punto medio della linea che unisce le caviglie del lavoratore).

A meno che non abbia interpretato male la norma tecnica, dovrebbe essere così... attendo quindi eventuale conferma o smentita da parte dei più esperti.

Grazie a tutti!
Rispondi

Torna a “Ergonomia e Videoterminali”