Il forum di SICUREZZAONLINE è stato ideato, realizzato e amministrato per oltre 15 anni da Giuseppe Zago (Mod).
A lui va la nostra gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo.

Cartello per la segnalazione porta taglia fuoco

Applicazione codice, valutazioni e pratiche VVFF, Titolo XI, ecc...
Rispondi
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 450
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

Ciao a tutti.
In una RSA con cui collaboro l'azienda dei manutentori dei presidi antincendio ha fatto la lista della spesa al cliente. Tra le voci compare un "manca cart REI", e, su tante porte, non è una spesa trascurabile.

Mi hanno chiesto parere ed io, che non ho mai sentito dell'obbligo di "cartello REI" sulle porte tagliafuoco, ho chiesto via mail ai manutentori a cosa si riferissero ed i riferimenti normativi.
La risposta: "in merito alla Vs richiesta di chiarimenti sulla scheda di manutenzione sono a conformare che la dicitura manca cart REI indica la mancanza di cartello per la segnalazione della porta tagliafuoco.La normativa di riferimento è la UNI EN 15269 e la UNI 11473-1:2013 che indicano la cartellonistica come parte della corretta segnalazione di una porta tagliafuoco"

Ora io mi son scaricato le due norme e me le sono guardate al volo (mica le ho studiate), ma di obbligo di cartelli REI da apporre non ne ho trovati, parlano di tutt'altro.
Ne sapete qualcosa? :smt017

Faccio acquistare e installare una sfilza di cartelli al cliente? (solo per curiosità almeno uno lo acquisterei)
Avatar utente
ursamaior
Messaggi: 4910
Iscritto il: 16 dic 2004 14:01
Località: L'isola che non c'è

Do per scontato che non intendessero la segnaletica relativa all'uscita di emergenza o via di fuga.
Forse si riferiscono al cartellino di manutenzione (la cui apposizione sarebbe un obbligo loro).
Altrimenti potrebbero riferirsi alla targhetta con le caratteristiche REI delle porte, matricola, ecc. (la cui carenza sarebbe in effetti gravina)
L'ultima ipotesi è che non sappiano ciò di cui parlano. Il che rende interessante la qualifica del DM 1° settembre 2021
Lo Stato è come la religione: vale se la gente ci crede (Errico Malatesta)
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3174
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

Hai scaricato le due norme tecniche UNI? In abbonamento, dici?
Comunque, il Codice di prevenzione incendi, e non le norme tecniche, chiede:
S.3.5.7 Segnaletica
1. Le porte tagliafuoco devono essere contrassegnate su entrambi i lati con segnale UNI EN ISO
7010-F007, riportante il messaggio “Porta tagliafuoco tenere chiusa” oppure “Porta
tagliafuoco a chiusura automatica” se munite di fermo elettromagnetico in apertura (tabella
S.3-4).

Quindi il cartello è obbligatorio se il progetto usa il Codice. Per la RSA potrebbe essere ma anche no, perché c'è anche una RTV.
Poco cambia: la norma attuale, Codice per RSA, lo chiede. Meglio, Codice per la qualunque lo chiede.
Ergo, io lo chiedo in ogni VRI.

Costa tanto? Dei cartelli, costano tanto?
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 450
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

weareblind ha scritto: 28 nov 2023 20:21 Hai scaricato le due norme tecniche UNI? In abbonamento, dici?
Comunque, il Codice di prevenzione incendi, e non le norme tecniche, chiede:
S.3.5.7 Segnaletica
1. Le porte tagliafuoco devono essere contrassegnate su entrambi i lati con segnale UNI EN ISO
7010-F007, riportante il messaggio “Porta tagliafuoco tenere chiusa” oppure “Porta
tagliafuoco a chiusura automatica” se munite di fermo elettromagnetico in apertura (tabella
S.3-4).

Quindi il cartello è obbligatorio se il progetto usa il Codice. Per la RSA potrebbe essere ma anche no, perché c'è anche una RTV.
Poco cambia: la norma attuale, Codice per RSA, lo chiede. Meglio, Codice per la qualunque lo chiede.
Ergo, io lo chiedo in ogni VRI.

Costa tanto? Dei cartelli, costano tanto?
Il post di Ursa mi consola, sta cosa del cartello per dire che una porta tagliafuoco è una porta tagliafuoco non la sapevo. E credo di non averne mai visto uno.
Quella di Weare è la risposta che mi serviva, le norme me le sono consultate in abbonamento, dubito mi serviranno nuovamente. La RSA usa sicuramente il DM (credo vecchio perchè il CPI è continuamente rinnovato dal professionista con un "nulla è cambiato" anche se in 15 anni forse qualcosina di diverso c'è).
Non so il prezzo del singolo cartello, ma su 2 edifici a 3 piani posso stimare che di porte ce ne siano molte.

Procederò così, verifico il loro DM, poi gli consiglierò di parlarne col professionista antincendio che gli gestisce le pratiche VVF e gli passo la palla. Grazie Weareblind
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 450
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

weareblind ha scritto: 28 nov 2023 20:21 Poco cambia: la norma attuale, Codice per RSA, lo chiede.
Scusa Weareblind, mi son guardato il DM 18 settembre 2002, ma di indicazioni di cartelli per indicare che una porta tagliafuoco è una porta tagliafuoco non ne vedo. Sei sicuro che ci sia? :smt017
Avatar utente
weareblind
Messaggi: 3174
Iscritto il: 07 ott 2004 20:36

No, ho scritto Codice per RSA, non vecchio decreto verticale.
We are blind to the worlds within us waiting to be born
Avatar utente
Bouc
Messaggi: 450
Iscritto il: 14 nov 2010 11:54
Località: Pavia

Ok, chiaro. Grazie. :smt039
Rispondi

Torna a “Prevenzione incendi, ATEX, ADR”